↑ Torna a Il seminario

Stampa Pagina

La storia

TESTATAStoria

I Seminari in Umbria dopo il Concilio di Trento

Nel corso del XVI secolo in Umbria vengono fondati quattro seminari: a Perugia nel 1551, a Orvieto nel 1566, a Nocera nel 1569 e ad Assisi nel 1574. Il maggior numero di seminari diocesani sorge nel XVII secolo: a Gubbio nel 1601, a Spoleto nel 1604, a Città della Pieve nel 1605, a Todi nel 1608, a Città di Castello nel 1635, a Foligno nel 1649, a Terni nel 1653, a Narni nel 1660. Successivamente sono fondati i seminari di Amelia, nel 1788, e di Norcia, nel 1820, anno di ricostituzione della diocesi. Significativo il caso di Spoleto, diocesi nella quale, a motivo delle dimensioni territoriali e delle caratteristiche del territorio, vengono fondati anche altri seminari nelle principali lo-calità: a Spello, probabilmente nel 1611, a Visso, nel 1628, e a Bevagna (ma non se ne conosce l’anno di fondazione).

La fondazione del Seminario Regionale Umbro

Nei primi anni del XX secolo le mutate condizioni sociali, culturali ed ecclesia­li rendono necessaria una migliore or­ganizzazione della formazione dei sacerdoti, soprattutto nelle diocesi più piccole, nelle quali è spesso difficile reperire educatori e professo­ri adeguatamente preparati. Nel 1905 papa Pio X invita le conferenze episcopali a valutare la possibilità di unificare i seminari delle pic­cole diocesi, mantenendo in sede locale gli studi ginnasiali, e concentrando i corsi licea­li, filosofici e teologici. I vescovi delle diocesi dell’Umbria, che a quel tempo comprendeva anche la diocesi di Rieti, affrontano la questio­ne in una riunione tenuta ad Assisi nel maggio 1906.  Un’apposita riunione dei vescovi si tie­ne a Spoleto tra l’aprile e il maggio 1907. I vescovi riaffermano la necessità di mantenere i seminari diocesani con il ginnasio e approvano la proposta di concentrare tutti i seminaristi di liceo, filosofia e teologia in un unico seminario centrale da istituire in Assisi nel 1908. Nel maggio 1910  i vescovi decidono così di costruire un nuovo edificio nel centro di As­sisi per ospitare l’erigendo seminario. I lavori progredirono, con il sostegno economico del­la Santa Sede e l’impegno di tutte le diocesi, così il 3 dicembre 1912 il nuovo Seminario Regionale Umbro, con il nome di Seminario Teologico Interdiocesano, veniva inaugurato solennemente alla presenza del Card. De Lai e di tutti i Vescovi Umbri, dopo che, il 27 no­vembre, vi avevano fatto ingresso i primi venti­cinque seminaristi.

La sede definitiva del Seminario Regionale

Dopo l’ammissione al Seminario dei ragazzi del liceo la sede al centro di Assisi non è più consona per contenere la comunità dei seminaristi e nel 1919 la Santa Sede acquistò il terreno e un fabbricato iniziato dai Padri Bigi per ospitare bambini ciechi presso la chiesa di san Nicolò, alle porte della città. Nel 1921 fu terminato il lavoro e fu trasferito il Seminario nella nuova sede.

Il nuovo edificio aveva la possibilità di ospitare fino a 120 alunni, ma con l’andare del tempo si dovette costruire un’altra ala, nel 1933, perché ci fu un aumento di popolazione fino ad arrivare a 280 seminaristi.

Il 1° luglio 1968 il Ponti­ficio Seminario Regionale Umbro “Pio XI” passa dalla giurisdizione della Sede Aposto­lica a quella dei vescovi della Regione Eccle­siastica Umbria che si preoccuperanno di condurre direttamente il Seminario anche con la nomina di Rettori della Regione o ex alunni.

SeminaristiPAssato CelebrazioneEsterno SeminarioPassato SeminaristiInCotta

Permalink link a questo articolo: http://www.seminarioumbro.it/il-seminario/la-storia/