Stampa Pagina

Ricerca vocazionale

Itinerario per un primo discernimento vocazionale al sacerdozio

 

Molti giovani hanno nel cuore il desiderio di intraprendere un serio cammino per discernere la propria vocazione ma spesso non sanno da dove cominciare e … neppure a chi rivolgersi. Ecco alcuni consigli utili.

La prima cosa da fare per cominciare un cammino di discernimento vocazionale è vivere seriamente la fede cristiana ma non da soli perché c’è sempre bisogno di una figura matura e autorevole che possa guidarti. Per cui se non hai già un Padre Spirituale è bene sceglierne uno a cui affidarsi che sia un sacerdote. Potrà essere il tuo parroco o un prete di cui ti fidi!

Quando nel colloquio col Padre Spirituale appare chiaro un primo segno di desiderio di consacrazione sarà proprio lui che ti consiglierà a chi rivolgerti.

In ogni diocesi c’è un responsabile, delegato dal Vescovo, incaricato di seguire coloro che manifestano l’intenzione di intraprendere il cammino per la formazione al sacerdozio. Sarà lui che farà una prima valutazione del tuo percorso e quando lo riterrà opportuno ti presenterà al Vescovo della tua diocesi. In molte diocesi ciò avviene tramite un percorso che può durare da alcuni mesi a un anno, terminato il quale, verrai presentato al Vescovo; sarà lui stesso che ti indirizzerà verso il seminario presentandoti ai sacerdoti incaricati della formazione.

Prima di intraprendere il percorso formativo, viene proposto un anno detto “propedeutico”. Lo scopo di questo tempo è quello di avvicinarti gradualmente alla vita comunitaria in seminario e approfondire più seriamente, insieme ai formatori, l’autenticità della tua chiamata. Durante l’anno propedeutico vengono svolte attività di vario tipo volte al discernimento e alla crescita umana e spirituale. Conoscerai anche il Padre Spirituale che ti accompagnerà per tutto il cammino.

Contestualmente viene valutato anche il tuo percorso di studi. Inizierai a seguire alcuni corsi introduttivi presso l’Istituto Teologico di Assisi e se non provieni da studi classici potrai frequentare i corsi di latino e greco. Se invece non hai il diploma di maturità verrà valutata l’opportunità di conseguirlo o di essere iscritto all’Istituto Teologico come “ospite”. Chi desidera non lasciare immediatamente il proprio lavoro, durante l’anno propedeutico, verrà messo in condizione di poter lavorare e svolgere le attività comunitarie al fine di ponderare al meglio le scelte da fare.

Spetta poi a te vivere questo tempo nel migliore dei modi, soprattutto in spirito di sincerità e di fiducia nella Chiesa che ti accompagnerà nel discernimento.

Al termine di questo periodo verrà valutata insieme a te l’opportunità o meno, di entrare in seminario per intraprendere a pieno titolo il percorso formativo che dura, in media, sei anni.

 

Clicca sulla tua diocesi per conoscere il tuo responsabile vocazionale

diocesiumbria

Città di Castello Gubbio Assisi Perugia - Città della Pieve Foligno Orvieto - Todi Spoleto - Norcia Terni - Narni - Amelia

Permalink link a questo articolo: http://www.seminarioumbro.it/ricerca-vocazionale/